BALANCE BOARD


BALANCE BOARD

BALANCE BOARD è una tavoletta propriocettiva in plastica molto resistente e ben rifinita con un ottimo piano antiscivolo. Rientra nell’ambito delle cosiddette basi instabili, per esercizi di coordinazione, forza, ed in particolare per la riabilitazione della caviglia.

3002 Balance Board

aggiungi al preventivo


è una tavoletta propriocettiva in plastica molto resistente e ben rifinita con un ottimo piano antiscivolo. Rientra nell’ambito delle cosiddette basi instabili, per esercizi di coordinazione, forza, ed in particolare per la riabilitazione della caviglia. Si differenzia dalle tradizionali tavolette propriocettive per la possibilità di alzare la semisfera destabilizzante con un secondo rialzo semisferico ad incastro, che aumenta gli angoli di lavoro e conseguentemente la difficoltà. Infine, alla BALANCE BOARD è possibile agganciare elastici o corde, grazie alla presenza di specifici fori.

Sono le tavolette propriocettive, o tavolette Freeman, se preferite, quelle che grazie a una semisfera applicata sotto la tavoletta stessa, causano instabilità. Le Balance Board servono sia per la riabilitazione che per la prevenzione, pratiche rivolte soprattutto agli atleti, amatoriali o professionisti che siano. Come viene stimolata la propriocezione? Intanto occorre ricordare quale sia l’azione dei propriocettori, che inviano al sistema nervoso centrale dei messaggi, per fornire informazioni di retroazione, segnalando al cervello i movimenti che il corpo sta compiendo. Le Balance Board sono utilizzate quindi per recuperare (o potenziare) le articolazioni della caviglia e del ginocchio, ripristinando gli schemi motori che garantiscono un equilibrio statico e dinamico. Questo modello di stimolazione neuromotoria è estremamente importante anche in un soggetto anziano, che con l’uso della tavoletta potrà migliorare molte facoltà muscolari e nervose.

Ecco qualche esercizio elencato sulla base della difficoltà:
- da seduti, un piede sulla tavoletta per mobilizzare la caviglia (molto facile)
- un piede a terra e uno sulla tavoletta per mobilizzare la caviglia (facile)
- entrambi i piedi sulla tavoletta per cercare di mantenere l’equilibrio (medio)
- un solo piede sulla tavoletta (difficile)
- due piedi sulla tavoletta a occhi chiusi (molto difficile)
- come sopra con l’operatore che disturba il soggetto con piccole spinte (difficilissimo)

Ovviamente la difficoltà va misurata sul soggetto che si sta allenando e rispetto al punto in cui si trova nella rieducazione. In caso si soggetto sano è possibile utilizzare le ultime tre proposte, per la prevenzione e il miglioramento della propriocezione.

Peso massimo consigliabile: 110 chilogrammi
Diametro : 35,5 centimetri
Altezza: 6 centimetri